Uovo in raviolo rivisitato!!

Eccomi qui! rimasta assente qualche giorno per provare qualche nuova ricetta. Ho provato il famoso

Uovo in raviolo  di “ San Domenico” con parmigiano, tartufo di stagione e burro, ovviamente io non avevo in casa gli spinaci ne il tartufo così ho messo in moto la mia creatività

Premessa, questa ricetta non è adatta a un pranzo al volo.

Le dosi per la pasta fresca all'uovo le ho fatte  per due persone e sono 250g di farina 2-3 uova (ho messo tre in caso le uova siano piccole e il vostro impasto rimanga troppo farinoso).
Bene se avete un impastatrice meglio per voi, io non ce l'ho e uso le mie manine, per cui dopo aver messo la farina in una ciotola con le uova iniziamo ad impastare, quando il vostro impasto sarà liscio, omogeneo mettetelo a riposare. (consiglio di farlo riposare in frigo avvolto nella pellicola, risulterà più morbido da stendere po).
Ora che il vostro impasto sta riposando, dedichiamoci a ciò che andrà a farcire il vostro raviolo gigante😋, la ricetta originale prevede spinaci e ricotta e io ho fatto a cambio con porro e ricotta, dunque:

1o2 porro fresco
100g di ricotta
sale pepe qb
olio evo
2 tuorli d'uovo

Iniziamo con il pulire dalle prime foglie il porro, tagliamolo a rondelle fini per facilitarne la cottura, una volta tagliato mettiamolo in un scolapasta e laviamo le rondelle sotto l'acqua corrente, una volta lavato mettiamolo da parte, prendiamo una padella aggiungiamo un filo d'olio e il nostro porro e saliamo e pepiamo come più ci aggrada, chiudiamo con un coperchio e a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto facciamo appassire.
Quando il vostro porro sarà bello appassito lo mettiamo in un contenitore alto insieme alla ricotta, frulliamo il tutto, dopo di che ritorniamo all'impasto della pasta all'uovo, che dobbiamo iniziare a stendere con un matterello, la pasta del raviolo deve essere piuttosto sottile poi che, deve cuocere in meno di tre minuti, per cui fate molta attenzione.
Una volta stesa per bene ne ricaviamo quattro cerchi tra i 15-20 cm, su due ci mettiamo il nostro porro e ricotta a formare un nido che dovrà contenere il tuorlo (vedi es.)
una volta fatta questa operazione li chiudiamo facendo pressione per tutta la circonferenza dei nostri ravioli in modo che la pasta si attacchi bene. Per ora i ravioli sono pronti, ora mettiamo a bollire l'acqua e prepariamo il sugo che andrà sopra i nostri ravioli, che nella ricetta originale sarebbe stato burro, parmigiano e tartufo, nella mia sarà:

una noce di burro
4 noci tritate 
parmigiano qb

In una padella facciamo sciogliere il burro senza farlo bollire, una volta sciolto aggiungiamo le noci mescoliamo e togliamo dal fuoco. (il parmigiano andrà alla fine quando il piatto sarà completato).

Ora la nostra acqua dovrebbe essere arrivata a bollore, con cautela immergiamo un raviolo (per le dimensioni conviene immergerne uno alla volta) attendiamo circa tre minuti, poi con cautela con un mestolo lo estraiamo e mettiamo nel piatto con il burro le noci e una spolverata di parmigiano, la stessa cosa con il secondo.
Infine sediamo ci a tavola e gustiamoci un piatto da leccarsi i baffi!!!



Commenti

Post popolari in questo blog

Ricetta del sabato e del non ho voglia di cucinare!! :P

Ricetta del giorno!

Cioccolato delle uova di Pasqua diventa salame di cioccolato!!!